Blog

Indietro

Posizionamenti alternativi su Google

scritto il 28/02/2011

Raggiungere la prima posizione per le parole chiave di nostro interesse sui motori di ricerca è sempre difficilissimo e spesso molto costoso. Allora perchè non provare a percorrere strade dove la concorrenza è minore.

Google nelle sua pagine dei risultati non ci propone solamente i risultati di ricerca "tradizionali" basati sui contenuti del nostro sito web, ma ormai per tantissime ricerche ci mostra estratti provenienti dalle altre categorie del motore di ricerca più famoso e utilizzato. Inoltre questi tipi di risultati sono mostrati con un aspetto grafico differente che può aiutare a catturare maggiormente l'attenzione dell'utente.

Il primo tipo di posizionamento alternativo è Google Maps. Infatti quando si effettua una ricerca indicando il nome di una città o di una zona geografica, Google immette in cima ai risultati sulla prima pagina un elenco con i primi risultati (solitamente 10) estratti utilizzando le schede di Google Places. Una buona scheda e un buon SEO ci può permettere di finire in prima pagina su Google persino senza avere un sito web.

Un altro posizionamento interessante è quello per immagini. Per diverse keyword, Google mostra prima dei risultati un estratto delle immagini più appropriate. Se il nostro sito contiene delle immagini interessanti e uniche, ottimizzarle e posizionarle su Google immagini potrebbe portare traffico al nostro sito web anche senza avere testi molto elaborati.

Altra categoria per cui vale sicuramente la pena posizionare i nostri contenuti sono i video. Come per le immagini anche i video più rilevanti possono finire nella pagina di risultati di Google. Avere contenuti di qualità, condividendoli magari su Youtube, ci permette di avere una vetrina interessante che può portare indirettamente un alto numero di visite al nostro sito web.

Questi sono solo alcuni degli strumenti che Google ci offre per aumentare la nostra visibilità sul web e se non li utilizziamo significa perdere buone occasioni per mostrarci al nostro potenziale pubblico.

Massimo Boero


SEO, Google, contenuti, video






Inserisci un commento

Nome

Commento

Inserisci commento


Invia a un amico

Invia questo messaggio a

Il tuo indirizzo e-mail

Messaggio (opzionale)

Invia