Blog

Indietro

8 regole per fare e-mail marketing

scritto il 23/11/2010

Creare una buona newsletter non è un'operazione difficile ma è necessario seguire alcune regole per massimizzare i risultati che vogliamo ottenere attraverso questo strumento.
Di seguito proverò a fornirvi alcune regole da seguire. Provatele e fatemi conoscere le vostre esperienze.

1. Costruire e gestire una lista
Il primo passo per avere molte persone iscritte alla propria newsletter è di rendere ben visibile e semplice l'iscrizione garantendo al contempo il rispetto delle regole sulla privacy e di utilizzare i dati solo per questo scopo. E' molto importante la pagina e il testo che accompagna l'iscrizione perchè in poche parole dobbiamo fornire i motivi all'utente per cui dovrebbe essere interessato a ricevere le nostre e-mail. Per dare una motivazione aggiuntiva è anche utile offrire dei servizi in cambio dell'iscrizione alla nostra lista.
La lista, specie se di grosse dimensioni, dovrebbe essere suddivisa in gruppi per cercare di far arrivare all'utente solo le informazioni sugli argomenti che più possono interessarlo così da diminuire sensibilmente le probabilità di disiscrizione dalla newsletter.

2. Scegliere il giusto mittente
Molte volte viene utilizzato un indirizzo NOREPLY per inviare le newsletter e questo può rendere difficile le risposte da parte dei nostri utenti. Bisogna sempre favorire il dialogo e per fare ciò consigliamo di adottare un indirizzo e-mail reale e controllato.
Inoltre il nome che viene visualizzato sul nostro client di posta ha una forte incidenza sul numero delle sulle possibili aperture della nostra comunicazione e quindi va studiato attentamente.

3. Scrivere un oggetto interessante
L'oggetto è la parte principale che decreterà il successo o l'insuccesso della nostra iniziativa di e-mail marketing. E' quello che dovrà interessare il destinatario per far si che apra l'e-mail e legga le informazioni che vogliamo fornirgli.
Statisticamente un oggetto che contenga il nome del destinatario ha una più alta percentuale di successo.
Fate le vostre prove e trovate l'oggetto più consono per il vostro messaggio.

4. Disegnare un layout grafico semplice
L'e-mail, ancor più che una pagina web, viene visualizzata tramite moltissimi strumenti diversi e in presenza di una grafica troppo complessa è difficilissimo ottenere una visualizzazione corretta sui vari client di posta, sui dispositivi mobile e sui tantissimi webmail.
Inoltre ormai quasi tutti i sistemi di posta bloccano inizialmente le immagini. Questo significa che dovremo convincere gli utenti a visualizzare la nostra mail tramite i suoi contenuti piuttosto che attraverso la grafica.

5. Creare contenuti interessanti
La newsletter è uno strumento di fidelizzazione. Questo fa si che il nostro compito sia quello di fornire ai nostri utenti contenuti sempre nuovi e interessanti e in linea con l'argomento per cui ognuno ha deciso di iscriversi. In caso contrario rischieremo l'effetto inverso e di perdere definitivamente il contatto.

6. Avere un buon software di invio
Possiamo fare le migliori newsletter del mondo ma se non utilizziamo i giusti sistemi di invio i nostri destinatari potrebbero non riceverle mai.
E' importante inviarle tramite sistemi che utilizzino ip che riducano le possibilità di essere bloccati dai filtri antispam e che ci forniscano l'esatta informazione su quelle recapitate e gli eventuali problemi verificatisi.

7. Programmare l'invio
La newsletter va inviata in modo costante in modo che i nostri lettori potenziali si aspettino il nostro messaggio. Inoltre grande importanza riveste la scelta del giorno e dell'orario dell'invio.
Fate diversi esperimenti per capire quale giorno della settimana e quale orario vi consenta di raggiungere il maggior numero di persone possibile.

8. Leggere le statistiche
Fare e-mail marketing senza poter conoscere se avete raggiunto i vostri utenti è inutile.
In ogni comunicazione bisogna inserire nel codice tutti i dati che vi consentano di tracciare le aperture e i click fatti dai vostri destinatari. Dopo alcuni giorni potrete raccogliere e comparare i dati e quindi verificare quante volte e da chi è stato aperto il messaggio e quali parti hanno interessato maggiormente in modo da poter perfezionare le future nostre newsletter.


Queste sono 8 regole di base, naturalmente non vi abbiamo detto proprio tutto. Contattateci per saperne di più.


e-mail marketing, newsletter






Inserisci un commento

Nome

Commento

Inserisci commento


Invia a un amico

Invia questo messaggio a

Il tuo indirizzo e-mail

Messaggio (opzionale)

Invia