Blog

Indietro

I tre tipi di ricerche

scritto il 30/04/2010

Sapevate che esistono tre tipologie di ricerche che si differenziano per i termini usati dagli utenti e per il loro scopo? Infatti le query, termine che sta a indicare le domande che l'utente fa al motore di ricerca, possono essere di informazione, di navigazione o di transazione.

Le query di informazione sono tutte quelle domande che si pongono al motore di ricerca con lo scopo di ottenere un'informazione senza bisogno di un ulteriore iterazione. Questo tipo di ricerche non puntano ad un sito specifico, quindi in questi casi gli utenti sono più propensi a vedere più risultati dal motore di ricerca anche sfogliandone più pagine. Esempi tipici di questo tipo di query di ricerca possono essere richieste generiche di dati quali mappe o previsioni del tempo o di particolari eventi come "cerimonia degli Oscar" o "mondiali di calcio".

Le query di navigazione sono eseguite con l'intento di andare direttamente su un determinato sito, già conosciuto ma di cui non si ci ricorda l'indirizzo. Queste ricerche hanno la caratteristica di avere solo una risposta corretta, quindi chi cerca non darà molta importanza agli altri risultati presenti. L'esempio di questo tipo di ricerca è il nome della vostra azienda.

Le query di transazione sono invece le ricerche che indicano che l'utente vuole eseguire un'azione. Non necessariamente queste devono prevedere una transazione dal punto di vista economico, ma l'utente che esegue una ricerca di questo tipo si aspetta di ottenere una risposta che gli consentirà di eseguire successivamente un'azione. Fanno parte di queste ricerche i titoli di una canzone o di un'immagine che conducono al loro download o la ricerca di un locale specifico e naturalmente tutte le ricerche che includono l'obiettivo di acquistare un determinato oggetto.

Si può facilmente notare che nel momento in cui si vuole portare visite di qualità su di un sito per vendere i propri prodotti o servizi è necessario puntare maggiormente su quest'ultima tipologia di ricerca però è anche da rimarcare che solo il 10% delle query di ricerca sul web sono di transazione
contro l'80% di quelle di informazione. Ne consegue che il posizionamento di un sito web per le parole che possono produrre risultati è molto competitivo e difficile e non tutti sono in grado di ottimizzare al meglio un sito web per i motori di ricerca. Nella richiesta di un preventivo di un sito internet, per quanto riguarda la parte relativa al suo posizionamento sui motori di ricerca queste voci fanno la differenza. Non affidatevi quindi a operatori improvvisati ma consultate dei professionisti che sappiano rispondere ad ogni vostra domanda.

Massimo Boero


posizionamento, ottimizzazione, motori di ricerca, seo






Inserisci un commento

Nome

Commento

Inserisci commento


Invia a un amico

Invia questo messaggio a

Il tuo indirizzo e-mail

Messaggio (opzionale)

Invia